I mercati italiani sono chiusi

Leonardo: broker ottimisti malgrado incertezze sull'Ad Moretti

Davide Pantaleo
 

La seduta odierna è stata vissuta tutta in ribasso da Leonardo-Finmeccanica che, dopo un avvio poco mosso, ha imboccato la via delle vendite, terminando gli scambi in rosso. Il titolo, che ha mostrato una maggiore debolezza relativa rispetto all'indice Ftse Mib, è riuscito a recuperare dai minimi nel finale, fermandosi a 11,83 euro, con un calo dello 0,76% e circa 2 milioni di azioni transitate sul mercato, al di sotto della media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a circa 2,4 milioni di pezzi.

Potenzialmente negativa l'accusa dell'Austria contro Airbus

Ieri Leonardo-Finmeccanica ha archiviato la seduta con un rialzo di un punto e mezzo percentuale, reagendo bene all'andamento negativa mostrato nella prima parte della giornata. Il titolo era stato inizialmente penalizzato dalla notizia da cui si è appreso che l'Austria ha accusato di corruzione Airbus, responsabile della negoziazione per l'acquisto nel 2003 di 18 Eurofighter, e il consorzio stesso, al quale Leonardo-Finmeccanica partecipa con una quota del 21%.

L'accusa è relativa ad un ordine da 2 miliardi di euro e per gli analisti di Equita SIM si tratta di una notizie potenzialmente negativa, ma allo stato attuale le eventuali conseguenze della stessa sono di difficile valutazione/quantificazione.

Rumors sui possibili sostituti dell'AD Moretti

Intanto quest'oggi hanno dominato la scena le indiscrezioni riportate dalla stampa, in particolare dal Sole 24 Ore, che ha parlato oggi dei possibili sostituti dell'Ad Moretti. Per il manager il Governo sarebbe in fase di valutazione dopo la condanna in primo grado a 7 anni per la strage ferroviaria di Viareggio.
Tra i papabili che potrebbero prendere il suo posto alla guida di Leonardo la stampa segnala Alfredo Altavilla, responsabile dell’area EMEA di FCA e in precedenza CEO di Iveco, o soluzioni interne come Fabrizio Giulianini, ex CEO di Selex Es - divisione elettronica, entrambi con esperienza internazionale.

La view di Equita SIM e di Kepler Cheuvreux

Gli analisti di Equita SIM ricordano che le liste per il rinnovo delle cariche nelle società pubbliche vanno presentate almeno 25 giorni prima dell’assemblea e visto che l'assise di Leonardo si riunirà tra il 2 e il 12 maggio e quindi c’è tempo fino a metà aprile.

In attesa di novità gli analisti della SIM milanese confermano la view positiva sul titolo, reiterando la raccomandazione "buy", con un prezzo obiettivo a 13,5 euro.
Equita SIM non è la sola a scommettere su Leonardo, visto che una strategia altrettanto bullish viene suggerita da

Kepler Cheuvreux, con un rating "buy" e un target price rivisto verso l'alto oggi da 13 a 14 euro.
In attesa dei risultati del 2016, che dovrebbero rivelarsi solidi a detta del broker, gli analisti hanno deciso di aumentare del 18,3% le previsioni sull'utile per azione dello scorso anno.

Per Leonardo la valutazione nello scenario migliore sale a 16 euro e la cautela predicata rispetto a questa valutazione è da ricondurre all'incertezza che caratterizza ancora il mercato degli elicotteri e ai rischi relativi alla conferma o meno dell'AD Moretti alla guida del gruppo.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online