Italia markets closed
  • Dow Jones

    35.258,61
    -36,15 (-0,10%)
     
  • Nasdaq

    15.021,81
    +124,47 (+0,84%)
     
  • Nikkei 225

    29.025,46
    +474,56 (+1,66%)
     
  • EUR/USD

    1,1620
    +0,0019 (+0,16%)
     
  • BTC-EUR

    52.651,46
    +955,03 (+1,85%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.430,53
    -21,11 (-1,45%)
     
  • HANG SENG

    25.409,75
    +78,75 (+0,31%)
     
  • S&P 500

    4.486,46
    +15,09 (+0,34%)
     

Litecoin (LTC): Pattern Rialzista in Formazione, i Livelli da Tenere Sotto Controllo

·2 minuto per la lettura

A partire dal robusto sell-off patito il 7 settembre scorso, Litecoin ha compiuto notevoli progressi sul grafico grazie alla formazione di tre minimi consecutivi crescenti abbinati a massimi livellati poco sotto quota $ 190, configurazione che ha dato origine ad un modello tecnico rialzista su grafico a 4 ore. Secondo l’opinione dell’economista Saif Naqvi, “ci si può aspettare che questo scateni a breve un aumento dei prezzi”. Altri aspetti positivi a sostegno dello scenario esposto sono giunti dai volumi più elevati registrati in corso di formazione del pattern oltre che dalle indicazioni rialziste prodotte da alcuni degli oscillatori tecnici più importanti. Al momento in cui scriviamo, LTC scambia a $ 185.16 con una capitalizzazione di mercato pari a $ 12.4 miliardi.

Il pattern tecnico in formazione

Il triangolo ascendente in formazione su LTC ha cominciato a prendere forma subito dopo il raggiungimento dei recenti minimi a $ 160, fatti registrare dopo la caduta del 7 settembre. Il 15 settembre si è già verificato un tentativo di rottura rialzista, ma i prezzi sono tornati precipitosamente all’interno del pattern a causa della pressione in acquisto ancora debole. Per consolidare la rottura rialzista Litecoin deve chiudere sopra quota $ 190 accompagnato da volumi in crescita; ciò determinerebbe prime proiezioni a $ 196.80 e $ 205.20. Per rinnegare questo scenario sarebbe invece necessario il cedimento di quota 177.90, sotto cui le quotazioni punterebbero direttamente al test dei $ 170.60.

Per quanto riguarda il punto sugli oscillatori, evidenziamo la formazione di minimi crescenti dell’RSI nel corso dell’ultima settimana e mezzo, indice di un rafforzamento della forza sottostante al movimento rialzista. Il dato è confermato anche dalla lettura dell’OBV (On Balance Volume). Quest’ultimo indicatore aveva raggiunto un picco record subito prima del flash-crash del 7 settembre, proprio mentre LTC stava facendo registrare il suo massimo a 4 mesi toccando quota $ 232.4. A fare da contraltare ci pensa questa volta il MACD, che nonostante abbia recuperato a partire dal giorno 13 posizioni superiori alla linea mediana, si trova adesso vicino ad un crossover ribassista; ciò potrebbe determinare la formazione di un ulteriore minimo crescente prima della rottura rialzista, che comunque è da considerare l’evento maggiormente probabile.

Il rischio sta nel fattore tempo

Il rischio maggiore per il modello descritto è rappresentato dal fattore tempo. Se i prezzi entro le prossime 24 ore non riusciranno ad oltrepassare la linea dei $ 190 avremmo il probabile sviluppo di un’ulteriore oscillazione laterale (=stabilizzazione) e sarebbe necessario rivedere tutti i riferimenti tecnici con nuovi aggiornamenti.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli