Italia Markets close in 2 hrs 34 mins

Lusso: i titoli da scegliere in attesa dei numeri del 2017

Davide Pantaleo
 

A Piazza Affari la seduta odierna viene vissuta a due velocità dai titoli del settore lusso che vedono Moncler in ascesa dell'1,48%, seguito da Salvatore Ferragamo (Londra: 0P52.L - notizie) e YNap poco sopra la parità con un rialzo rispettivamente dello 0,09% e dello 0,21%, diversamente da Luxottica (Milano: LUX.MI - notizie) che arretra dello 0,39%.
Tra i titoli a minore capitalizzazione Safilo e Tod's avanzano dello 0,79% e delo 0,33%, mentre Geox (Londra: 0KHH.L - notizie) e Brunello Cucinelli scendono dello 0,64% e dello 0,18%. 

Le attese sui conti di Ferragamo e Luxottica e le strategie suggerite

I titoli del comparto del lusso sono finiti sotto i riflettori delle banche d'affari in vista dei dati relativi alle vendite preliminari dell'esercizio 2017.
Nei prossimi giorni, e precisamente il 29 gennaio, toccherà a Luxottica alzare il velo sulle vendite preliminari dello scorso anno.

Gli analisti di Jp Morgan prevedono un fatturato in salita dell'1% su base annua e si aspettano dei commenti qualitativi sulla redditività del 2017.
In attesa dei dati preliminari JP Morgan mantiene una view cauta sul titolo, con una raccomandazione "neutral" e un prezzo obiettivo a 49 euro.

Dopo Luxottica toccherà a Salvatore Ferragamo presentare i conti dello scorso anno, in agenda il 31 gennaio. In vista di questo appuntamento gli analisti di JP Morgan hanno deciso di rivedere al ribasso le stime sul fatturato del quarto trimestre e quelle sull'Ebitda 2017-2018 nell'ordine del 6%-5%. Per i dati preliminari del 2017 la banca americana si aspetta vendite in calo dell'1% a 1,418 miliardi di euro e un Ebitda pari a 255 milioni di euro. 

Non cambia la strategia suggerita per il titolo, con un rating fermo a "neutral" e un target price nuovamente ritoccato oggi da 20,5 a 20 euro, dopo il taglio di 1 euro del 18 gennaio scorso.
Non si sbilanciano neanche i colleghi di Jefferies che su Salvatore Ferragamo hanno una raccomandazione "hold" e un fair value tagliato da 23 a 21 euro. Quest'ultima mossa riflette una riduzione delle stime sui risultati riferiti all'anno in corso e al prossimo, per tenere conto delle indicazioni caute fornite dalla società sul 2018.

Si prevede un forte trimestre per Moncler

Indicazioni positive arrivano per Moncler che presenterà i risultati del 2017 il prossimo 26 febbraio, cui seguirà il giorno dopo l'appuntamento con il Capital Markets Day.
Jp Morgan prevede per l'intero 2017 vendite in crescita del 15%, a fronte di un Ebit in salita del 13%. Gli analisti hanno messo mano alle stime sull'utile per azione, alzandole dell'8% per il 2017 e del 5% per l'anno in corso. La view sul titolo resta bullish, con una raccomandazione "outperform" e un prezzo obiettivo alzato da 25,5 a 27,5 euro.  

A puntare su Moncler è anche Jefferies che oggi ha reiterato il rating "buy", con un target price rivisto da 27,5 a 31 euro. Alla base della view positiva troviamo le attese per un quarto trimestre 2017 forte, lo spostamento della valutazione al 2019 e l'evidenza relativa all'aumento dei premi sui multipli per i top performer del settore lusso.

YNap: riflettori puntati sull'Opa di Richemont

Diverso il discorso per Ynap, visto che in questo caso l'attenzione è calamitata dall'OPA lanciata ad inizio ottava da Richemont al prezzo di 38 euro per azione. Dopo questa mossa gli analisti di Jefferies hanno cambiato strategia da "buy" a "hold", con un target price a 38 euro, ritenendo che una controfferta sia molto improbabile.

Cambio di rating anche da parte di Banca Akros che ha modificato la raccomandazione su YNap da "accumulate" a "neutral", con un fair value rivisto da 34 a 38 euro. Per gli analisti l'offerta di Richemont è buona, ma non è esclusa una controfferta da parte di altri player nel settore lusso.

Tod's alla prova dei conti oggi

Tra i titoli a minore capitalizzazione, proprio oggi Tod's presenterà a mercati chiusi i dati sulle vendite preliminari del 2017. Mediobanca (Milano: MB.MI - notizie) si aspetta un dato pari a 974 milioni di euro, in flessione del 3% su base annua, segnalando che la sua previsione è di poco superiore a quella del consensus fissata a 966 milioni di euro.

Gli analisti mantengono su Tod's una raccomandazione "neutral", con un prezzo obiettivo a 54 euro. Lo stesso rating viene confermato da Banca Akros, con un target price a 53,5 euro, in attesa dei dati sul fatturato 2017, visto a 968,6 milioni di euro, in calo del 3,5% rispetto all'anno precedente.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online