Italia markets open in 2 hours
  • Dow Jones

    31.535,51
    +603,14 (+1,95%)
     
  • Nasdaq

    13.588,83
    0,00 (0,00%)
     
  • Nikkei 225

    29.395,08
    -268,42 (-0,90%)
     
  • EUR/USD

    1,2025
    -0,0035 (-0,29%)
     
  • BTC-EUR

    40.614,90
    +1.648,87 (+4,23%)
     
  • CMC Crypto 200

    979,81
    -6,84 (-0,69%)
     
  • HANG SENG

    29.042,51
    -410,06 (-1,39%)
     
  • S&P 500

    3.901,82
    +90,67 (+2,38%)
     

Previsioni giornaliere fondamentali sul prezzo del petrolio – Dollaro forte che pesa sui prezzi in vista del rapporto EIA

James Hyerczyk
·3 minuto per la lettura

I futures sul petrolio greggio U.S. West Texas Intermediate e internazionale di riferimento Brent stanno negoziando al ribasso poco prima della pubblicazione del rapporto sugli inventari settimanali della US Energy Information Administration (EIA) alle 15:30 GMT.

Il petrolio greggio subisce pressioni da un forte aumento del dollaro USA, che tende a frenare la domanda estera per l’attività denominata in dollari, e da un crollo della domanda di attività più rischiose. Le azioni sono in calo, il che sta incoraggiando gli investitori a tagliare le posizioni nel petrolio greggio.

Alle 14:41 GMT, il petrolio greggio WTI di marzo è a $ 52,37, in calo di $ 0,24 o -0,46% e il petrolio greggio di marzo Brent è a $ 55,68, in calo di $ 0,23 o -0,41%.

I prezzi sono aumentati all’inizio della sessione poiché i dati del settore hanno mostrato che le scorte di greggio statunitensi sono diminuite in modo imprevisto. Questa notizia ha cancellato alcune delle persistenti preoccupazioni sulla domanda poiché i casi di coronavirus hanno superato i 100 milioni a livello globale.

Rapporto settimanale sulle scorte dell’American Petroleum Institute

L’API ha riportato martedì un pareggio nelle scorte di petrolio greggio di 5,272 milioni di barili per il fine settimana del 22 gennaio. Gli analisti avevano previsto un prelievo minore di 430.000 barili per la settimana.

L’API ha riportato un accumulo di scorte di benzina di 3,058 milioni di barili per la settimana terminata il 22 gennaio, rispetto a 1,129 milioni di barili della settimana precedente. Gli analisti si aspettavano un incremento da 1,764 milioni di barili per la settimana.

Le scorte di distillati hanno registrato un aumento di 1,398 milioni di barili per la settimana, aggiungendosi all’aumento di 816.000 barili della scorsa settimana, mentre le scorte di Cushing sono diminuite di 3,475 milioni di barili.

Compliance dell’OPEC+

Nonostante la leggera battuta d’arresto, i prezzi del petrolio continuano a consolidarsi leggermente al di sotto dei massimi dello scorso anno. Il sostegno è fornito dai tagli volontari alla produzione dell’Arabia Saudita, dalla conformità OPEC + di oltre l’85% dei suoi tagli mensili alla produzione e dalla grande e costante domanda dall’Asia, in particolare dalla Cina.

L’epidemia COVID in Cina mostra segni di contenimento

La Cina, il secondo maggior consumatore di petrolio, ha recentemente assistito a una recrudescenza del coronavirus, ma i dati ufficiali cinesi hanno mostrato mercoledì 75 nuovi casi confermati di COVID-19, il più basso aumento giornaliero dall’11 gennaio.

Questa notizia ha attenuato la preoccupazione di un forte calo dei viaggi che ha minacciato un nuovo successo per la domanda durante il capodanno lunare, quando centinaia di milioni di solito si spostano.

Previsioni giornaliere

Ad offuscare il rapporto EIA di oggi è il forte aumento del dollaro USA, che sta danneggiando la domanda e il forte calo della domanda di attività rischiose.

I trader stanno cercando il rapporto EIA per mostrare un accumulo nelle scorte di petrolio greggio di 1,6 milioni di barili.

Data l’attuale debolezza, è probabile che un incremento più alto del previsto inneschi un crollo ancora maggiore dei prezzi dei futures.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: