Italia markets closed
  • FTSE MIB

    21.354,65
    +60,79 (+0,29%)
     
  • Dow Jones

    31.097,26
    +321,83 (+1,05%)
     
  • Nasdaq

    11.127,84
    +99,11 (+0,90%)
     
  • Nikkei 225

    25.935,62
    -457,42 (-1,73%)
     
  • Petrolio

    108,46
    +2,70 (+2,55%)
     
  • BTC-EUR

    18.300,69
    -241,45 (-1,30%)
     
  • CMC Crypto 200

    420,84
    +0,70 (+0,17%)
     
  • Oro

    1.812,90
    +5,60 (+0,31%)
     
  • EUR/USD

    1,0426
    -0,0057 (-0,54%)
     
  • S&P 500

    3.825,33
    +39,95 (+1,06%)
     
  • HANG SENG

    21.859,79
    -137,10 (-0,62%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.448,31
    -6,55 (-0,19%)
     
  • EUR/GBP

    0,8623
    +0,0016 (+0,19%)
     
  • EUR/CHF

    1,0002
    -0,0005 (-0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,3434
    -0,0056 (-0,42%)
     

Previsioni Prezzo Petrolio e Gas Naturale: Ancora Intatta la Pressione Ribassista

Il prezzo del petrolio greggio WTI non si è assolutamente mosso rispetto all’apertura di ieri ed è rimasto stabile intorno ai 110 dollari al barile, un supporto che sta riuscendo a reggere la debole pressione ribassista. Il gas naturale, invece, si ritrova ancora sotto i 7 dollari, sebbene in fase di discreto recupero.

Per entrambe le commodities le valutazioni sullo scenario di breve termine dipenderanno dal raggiungimento o meno delle relative resistenze, fissate a 120 dollari per il petrolio (vicino ai recenti massimi) e a 7 dollari per il gas naturale, che deve recuperare questo livello per evitare un’inversione di tendenza ancora plausibile.

Precisamente, oggi al momento della scrittura il prezzo del petrolio greggio WTI si ritrova in lievissimo calo a 108 dollari, mentre il gas naturale segna 6,61 dollari.

Previsioni sul prezzo del petrolio greggio WTI

Il petrolio greggio WTI si ritrova ancora stabile intorno ai 110 dollari, all’interno di una stretta fascia di lateralizzazione che non pare potrà agevolmente cedere sotto le influenze del mercato.

Lo scenario rialzista prevede ancora il raggiungimento del target principale di 120 dollari al barile, a cui potrebbe fare seguito il ritorno verso i recenti massimi pluriennali in area 123/125 dollari al barile. Un nuovo consolidamento intorno a questi valori non sarebbe da escludere.

Al ribasso, invece, se il supporto dovesse inaspettatamente cedere, il livello successivo si troverebbe intorno al valore tondo di 100 dollari. Da qui, il break-out ribassista potrebbe finalmente spingere verso l’inversione di tendenza a quota 85/90 dollari, ma questa eventualità appare ancora poco verosimile a orizzonte temporale ridotto.

Previsioni sul prezzo del gas naturale

Il prezzo del gas naturale vede invece ancora come target principale quello di 7 dollari, una resistenza che dovrà essere recuperata rapidamente, per evitare l’inversione di tendenza già alle porte.

Iniziando proprio con lo scenario ribassista, infatti, il prezzo del gas naturale si era avvicinato pericolosamente all’ultimo livello di ritracciamento a 6,4 dollari, prima del lieve recupero. Un calo sotto questo valore rappresenterebbe con tutta probabilità il punto d’inizio dell’inversione di tendenza, verso i valori precedenti allo scoppio della guerra in Ucraina a seguito dell’invasione russa.

Al rialzo, invece, un ritorno sopra i 7 dollari permetterebbe al gas naturale di ricercare i massimi settimanali vicini agli 8 dollari, passando per la resistenza intermedia di 7,5$.

Un break-out rialzista sopra il livello di resistenza di 8 dollari potrebbe agevolare un ulteriore allungo.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico. È inoltre possibile seguire la nostra pagina Facebook per rimanere aggiornati sulle ultime notizie economiche e analisi tecniche.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli