Italia markets open in 2 hours 54 minutes
  • Dow Jones

    34.639,79
    +617,75 (+1,82%)
     
  • Nasdaq

    15.381,32
    +127,27 (+0,83%)
     
  • Nikkei 225

    27.925,92
    +172,55 (+0,62%)
     
  • EUR/USD

    1,1301
    -0,0005 (-0,05%)
     
  • BTC-EUR

    50.135,88
    -419,80 (-0,83%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.443,30
    +4,41 (+0,31%)
     
  • HANG SENG

    23.612,43
    -176,50 (-0,74%)
     
  • S&P 500

    4.577,10
    +64,06 (+1,42%)
     

Previsioni Prezzo Petrolio Greggio e Gas Naturale: Ritracciamenti Già Riassorbiti?

·3 minuto per la lettura

Nelle scorse ore, l’incremento delle scorte di petrolio greggio negli Stati Uniti ha iniziato a pesare sul prezzo del WTI, rischiando di compromettere la view rialzista con l’ipotesi di un ritracciamento profondo anche verso gli 80 dollari. Il gas naturale, invece, è stato in grado di mantenere il livello di 5,5 dollari dopo aver rimandato il test dell’area di ipercomprato a 6 dollari.

In particolare per il petrolio greggio, la view di breve termine potrebbe essere mutata dopo l’aggiornamento sulle scorte e la chiusura settimanale di oggi fornirà alcuni indizi sugli sviluppi di breve termine.

Intanto, stamattina alle ore 8:15 il prezzo del petrolio greggio WTI si trova a 83,11 dollari al barile, mentre il gas naturale segna 5,58 dollari.

Previsioni sul prezzo del petrolio greggio e del gas naturale

Iniziando l’analisi con le previsioni del petrolio greggio, dopo il sell-off di ieri in risposta all’aumento delle scorte, il texano ha avuto comunque modo di recuperare quota portandosi dai minimi settimanali di 81,2 dollari al livello attuale di 83 dollari.

Per previsioni più precise, occorre attendere la chiusura settimanale di oggi, ma in linea generale si può già individuare, in caso di nuovo ritracciamento, come primo supporto il livello di 80 dollari al barile. A seguire, come secondo target di breve termine, c’è il supporto intermedio di 78,5 dollari per il WTI.

Se invece la pressione ribassista dovesse essersi del tutto riassorbita, allora il petrolio greggio potrebbe riuscire a riportarsi verso il target principale di 85 dollari dopo aver sventato la minaccia dell’inversione di tendenza in meno di 24 ore.

Passando al gas naturale, il livello di prezzo attuale a 5,58 è il risultato di una caduta causata, ancora una volta, dai dati sulle scorte.

Anche in questo caso, però, il gas naturale è riuscito ad evitare il test di supporto a 5,45, coincidente anche con la media a 10 giorni. Da qui, è ripartita una risalita che potrebbe tradursi in questa chiusura settimanale in un tentativo di consolidamento tale da abilitare un nuovo rialzo della commodity, sempre verso il ritorno al target di 6 dollari

In caso di nuovi ribassi, invece, i supporti tecnici restano i medesimi: 5,45, 5,20 e 5 dollari costituiscono le barriere da superare per realizzare a tutti gli effetti un’inversione di tendenza per il gas naturale.

Il calendario economico della settimana

Oggi attenzione per la chiusura settimanale al tasso di disoccupazione in Giappone e alla sua produzione industriale a cui si affiancheranno i dati parziali sull’andamento del PIL in Italia e Germania e anche a livello dell’Eurozona.

Sempre dall’Eurozona, occhi puntati in mattinata sull’aggiornamento dell’inflazione.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico. È inoltre possibile seguire la nostra pagina Facebook per rimanere aggiornati sulle ultime notizie economiche e analisi tecniche.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli