Italia markets open in 13 minutes
  • Dow Jones

    35.756,88
    +15,73 (+0,04%)
     
  • Nasdaq

    15.235,71
    +9,01 (+0,06%)
     
  • Nikkei 225

    29.098,24
    -7,77 (-0,03%)
     
  • EUR/USD

    1,1609
    +0,0007 (+0,06%)
     
  • BTC-EUR

    52.315,89
    -1.959,39 (-3,61%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.477,19
    -27,96 (-1,86%)
     
  • HANG SENG

    25.592,53
    -445,74 (-1,71%)
     
  • S&P 500

    4.574,79
    +8,31 (+0,18%)
     

Prezzo Oro: il Metallo Giallo Affronta un Difficile Percorso Nonostante la Bassa Crescita Economica

·2 minuto per la lettura

Il prezzo dell’Oro ha catturato l’attenzione durante la notte, anche se sembra che i rialzisti non siano troppo desiderosi di capitalizzare su un ulteriore rialzo. La commodity ha avuto un’oscillazione quasi invariato in questo mese di ottobre dopo il calo del 3,14% del mese scorso. Nel complesso, le prospettive fondamentali rimangono inclinate verso il ribasso poiché le Banche Centrali sembrano essere quasi sicure di aumentare i tassi entro la fine dell’anno e il prossimo.

L’Oro in genere ha prestazioni inferiori in ambienti con tassi più elevati. Le misure basate sul mercato continuano a scontare un aumento più aggressivo delle Banche Centrali. L’ultimo aggiornamento del World Economic Outlook del Fondo monetario internazionale (FMI) pubblicato nella giornata di ieri, ha ridotto dello 0,1% la crescita globale per il 2021, dal 6,0% al 5,9%. Ciò fa seguito a un declassamento della crescita statunitense da parte di Goldman Sachs all’inizio di questa settimana.

Prezzo Oro: le Banche Centrali guardano in avanti nonostante il freno

Nonostante le cupe battute d’arresto nella crescita prevista, le scommesse sull’aumento dei tassi della Federal Reserve rimangono alte. I future sui fondi federali vedono una probabilità del 25,1% per un aumento di 25 punti base alla riunione del FOMC di giugno 2022. Questo è in netto aumento rispetto al 15,6% di appena una settimana fa e al 10,3% rispetto al 10 settembre. Detto questo, le prospettive dei mercati per tassi più elevati sembrano essere quasi bloccate, anche in presenza di una crescita inferiore.

Uno dei motivi per cui la crescita più lenta non sta dissuadendo le prospettive di tassi più elevati è probabilmente dovuto all’aumento dell’inflazione. I responsabili delle politiche delle Banche Centrali continuano a suggerire che l’inflazione sia transitoria, con il presidente della FED Jerome Powell in prima fila ad ammettere ciò. Si è sempre pensato che il prezzo dell’Oro sia la miglior copertura contro l’inflazione, sebbene ultimamente vi siano scarse prove di tale comportamento. In effetti, le aspettative di inflazione sono ai livelli più alti dal 2013 ma la commodity non sembra minimamente toccato da questo.

Analisi Tecno-Grafica e previsioni prezzo Oro

L’Oro ha iniziato da poche ore un movimento long interessante, posizionandosi al di sopra del primo target intermedio (1.761,13 $) e ciò potrebbe (FOMC permettendo) scatenare un forte boost per chiudere al di sopra del target intermedio a 1.776,14 $.

Una chiusura al di sopra di 1.776,14 $ potrebbe dare il via ad una nuova tendenza rialzista di breve termine (provvisoriamente) con un primo target a 1.830 $.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli