Italia markets close in 4 hours 19 minutes
  • FTSE MIB

    26.927,83
    +121,64 (+0,45%)
     
  • Dow Jones

    35.490,69
    -266,19 (-0,74%)
     
  • Nasdaq

    15.235,84
    +0,12 (+0,00%)
     
  • Nikkei 225

    28.820,09
    -278,15 (-0,96%)
     
  • Petrolio

    81,07
    -1,59 (-1,92%)
     
  • BTC-EUR

    52.599,77
    +1.329,75 (+2,59%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.468,56
    -5,77 (-0,39%)
     
  • Oro

    1.801,20
    +2,40 (+0,13%)
     
  • EUR/USD

    1,1612
    +0,0005 (+0,05%)
     
  • S&P 500

    4.551,68
    -23,11 (-0,51%)
     
  • HANG SENG

    25.555,73
    -73,01 (-0,28%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.231,63
    +10,75 (+0,25%)
     
  • EUR/GBP

    0,8437
    -0,0004 (-0,05%)
     
  • EUR/CHF

    1,0657
    +0,0009 (+0,09%)
     
  • EUR/CAD

    1,4341
    +0,0000 (+0,00%)
     

Usa, inatteso aumento vendite al dettaglio agosto, salgono richieste sussidi

·1 minuto per la lettura
Persone che fanno shopping al centro commerciale Roosevelt Field a New York

WASHINGTON (Reuters) - Le vendite al dettaglio degli Stati Uniti hanno mostrato una crescita inattesa nel mese di agosto, probabilmente spinte dagli acquisti in vista del ritorno a scuola e dai pagamenti da parte del governo dei crediti di imposta per i bambini, che potrebbero attenuare le aspettative di un forte rallentamento della crescita nel terzo trimestre.

Le vendite al dettaglio sono aumentate dello 0,7% lo scorso mese, ha comunicato il dipartimento del Commercio. I dati di luglio sono stati rivisti al ribasso a -1,8% da -1,1% riportato in precedenza.

Gli economisti intervistati da Reuters avevano previsto un calo delle vendite al dettaglio dello 0,8%.

Le vendite al dettaglio sono rimbalzate nonostante la carenza globale di microchip, che sta costringendo le case automobilistiche a tagliare la produzione portando alla carenza di scorte negli autosaloni.

Un rapporto separato del dipartimento del Lavoro ha mostrato che le richieste iniziali di sussidi di disoccupazione sono aumentate di 20.000 unità a un totale destagionalizzato di 332.000 nella settimana all'11 settembre.

L'aumento delle richieste è stato probabilmente spinto dall'uragano Ida, che ha devastato la produzione di energia offshore degli Stati Uniti con l'elettricità fuori uso in Louisiana. Ida, uno dei più potenti uragani che abbiano mai colpito la costa del Golfo degli Stati Uniti, ha travolto anche il Mississippi, oltre a causare inondazioni storiche a New York e nel New Jersey.

(Tradotto da Agnese Stracquadanio in redazione a Danzica, in redazione a Milano Sabina Suzzi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli