Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.965,63
    -127,47 (-0,55%)
     
  • Dow Jones

    31.496,30
    +572,16 (+1,85%)
     
  • Nasdaq

    12.920,15
    +196,68 (+1,55%)
     
  • Nikkei 225

    28.864,32
    -65,78 (-0,23%)
     
  • Petrolio

    66,28
    +2,45 (+3,84%)
     
  • BTC-EUR

    39.991,12
    -1.100,18 (-2,68%)
     
  • CMC Crypto 200

    982,93
    +39,75 (+4,21%)
     
  • Oro

    1.698,20
    -2,50 (-0,15%)
     
  • EUR/USD

    1,1925
    -0,0054 (-0,45%)
     
  • S&P 500

    3.841,94
    +73,47 (+1,95%)
     
  • HANG SENG

    29.098,29
    -138,50 (-0,47%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.669,54
    -35,31 (-0,95%)
     
  • EUR/GBP

    0,8605
    -0,0011 (-0,13%)
     
  • EUR/CHF

    1,1082
    -0,0040 (-0,36%)
     
  • EUR/CAD

    1,5074
    -0,0087 (-0,58%)
     

Zona euro, produzione industriale dicembre cala oltre le attese

·1 minuto per la lettura
Alcune monete in euro di fronte alla bandiera e alla mappa dell'Unione europea, a Zenica

BRUXELLES (Reuters) - La produzione industriale della zona euro si è contratta più del previsto a dicembre, a causa dei cali nella produzione di beni capitali e di consumo non durevoli, confermando la contrazione economica della zona euro nel quarto trimestre.

I dati pubblicati da Eurostat, l'ufficio statistico Ue, mostrano che la produzione nei 19 Paesi della zona euro è calata dell'1,6% su base mensile e dello 0,8% su base annua, a causa delle restrizioni economiche imposte per prevenire la diffusione della pandemia di Covid-19.

Gli economisti intervistati da Reuters avevano stimato una contrazione mensile dell'1,0% e un calo annuale dello 0,3%.

La produzione di beni capitali, usati per investimenti, è diminuita del 3,1% su base mensile e annuale, mentre la produzione di beni di consumo non durevoli -- tipicamente prodotti alimentari o vestiti -- è calata dello 0,6% su mese e del 3,9% rispetto al 2019.

Questa rilevazione è in contrasto con l'aumento della produzione di beni intermedi e di beni di consumo durevoli.

A febbraio, Eurostat ha stimato una contrazione dello 0,7% su base trimestrale per l'economia della zona euro, oltre a un calo del 5,1% su base annua, e gli economisti prevedono un altro calo del Pil nel primo trimestre del 2021, a causa del protratto impatto economico dei lockdown.

(Tradotto da Redazione Danzica, in Redazione a Milano Cristina Carlevaro, enrico.sciacovelli@thomsonreuters.com, +48587696613)