Italia markets close in 3 minutes
  • FTSE MIB

    24.057,69
    -37,31 (-0,15%)
     
  • Dow Jones

    31.865,75
    +603,85 (+1,93%)
     
  • Nasdaq

    11.449,33
    +94,71 (+0,83%)
     
  • Nikkei 225

    27.001,52
    +262,49 (+0,98%)
     
  • Petrolio

    110,13
    -0,15 (-0,14%)
     
  • BTC-EUR

    28.453,19
    +430,52 (+1,54%)
     
  • CMC Crypto 200

    681,77
    +6,89 (+1,02%)
     
  • Oro

    1.852,10
    +10,00 (+0,54%)
     
  • EUR/USD

    1,0685
    +0,0123 (+1,16%)
     
  • S&P 500

    3.959,57
    +58,21 (+1,49%)
     
  • HANG SENG

    20.470,06
    -247,18 (-1,19%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.692,14
    +35,11 (+0,96%)
     
  • EUR/GBP

    0,8497
    +0,0042 (+0,49%)
     
  • EUR/CHF

    1,0317
    +0,0029 (+0,28%)
     
  • EUR/CAD

    1,3649
    +0,0093 (+0,68%)
     

ITA Airways rischia "bagno di sangue" a causa di incentivi a low cost

·2 minuto per la lettura
Alfredo Altavilla, presidente di Ita Airways

MILANO (Reuters) - Ita Airways vuole gli stessi incentivi che i piccoli aeroporti e le amministrazioni locali concedono ai vettori low cost, ha detto il presidente di ITA Airways.

Il vettore ha iniziato ad operare il 15 ottobre, con una flotta pari a meno della metà rispetto a quella che aveva Alitalia, trovandosi a dover inseguire Ryanair, Wizz Air e altre compagnie a basso costo che si sono rafforzate sul mercato domestico.

"Non siamo in condizioni di pari competitività... recuperare quote di mercato può tradursi in un bagno di sangue se inseguiamo qualcuno che riceve incentivi", ha detto Alfredo Altavilla, presidente di ITA Airways, parlando alla commissione Trasporti della Camera,

Nel 2019 le compagnie low-cost hanno ricevuto in totale quasi 400 milioni di euro in sussidi da piccoli aeroporti, secondo i dati citati da Altavilla. Nello stesso anno Alitalia non ha ricevuto alcun incentivo dagli scali, secondo il manager.

Parlando del gran numero di piccoli aeroporti in Italia, l'ex manager di Fiat Chrysler ha aggiunto che il paese dovrebbe considerare di vietare i voli interni con durata al di sotto delle due ore, per ridurre le emissioni di Co2.

Altavilla ha comunicato che ITA ha registrato un Ebit negativo pari a 170 milioni di euro per i primi due mesi e mezzo d'attività fino a fine dicembre, aggiungendo che i costi per il personale corrispondono al 14% delle spese totali.

Il presidente del vettore ha aggiunto che, dopo aver acquistato nuovi aerei da Airbus l'anno scorso, il gruppo francese si è impegnato incrementare i componenti di velivoli prodotti in Italia.

Tuttavia, ha aggiunto che toccherà ad Airbus e a Leonardo - che produce componenti per il produttore francese di jet - discutere come tradurre concretamente questo impegno.

Altavilla definito "speculazioni giornalistiche" un articolo pubblicato da Repubblica secondo cui il presidente avrebbe messo in dubbio il ruolo dell'AD della compagnia Fabio Lazzerini.

"L'unità di intenti con il dott. Lazzerini per il successo della compagnia non è mai stata messa in discussione", ha detto Altavilla.

I due manager hanno detto che la compagnia tornerà ad utilizzare il marchio Alitalia e hanno aggiunto che ITA Airways è in contatto con potenziali partner sulla possibilità di rilevare le attività di manutenzione & handling di Alitalia.

(Francesca Landini)

(Tradotto a Danzica da Enrico Sciacovelli, in Redazione a Milano Francesca Landini. enrico.sciacovelli@thomsonreuters.com, +48587696613)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli