Italia markets close in 5 hours 19 minutes
  • FTSE MIB

    23.777,36
    +95,79 (+0,40%)
     
  • Dow Jones

    31.802,44
    +306,14 (+0,97%)
     
  • Nasdaq

    12.609,16
    -310,99 (-2,41%)
     
  • Nikkei 225

    29.027,94
    +284,69 (+0,99%)
     
  • Petrolio

    65,70
    +0,65 (+1,00%)
     
  • BTC-EUR

    45.560,39
    +3.385,28 (+8,03%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.095,73
    +71,52 (+6,98%)
     
  • Oro

    1.699,80
    +21,80 (+1,30%)
     
  • EUR/USD

    1,1909
    +0,0056 (+0,48%)
     
  • S&P 500

    3.821,35
    -20,59 (-0,54%)
     
  • HANG SENG

    28.773,23
    +232,40 (+0,81%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.777,91
    +14,67 (+0,39%)
     
  • EUR/GBP

    0,8578
    +0,0008 (+0,10%)
     
  • EUR/CHF

    1,1084
    -0,0007 (-0,06%)
     
  • EUR/CAD

    1,5003
    +0,0009 (+0,06%)
     

Ing batte aspettative in trim4 su boom investimenti retail

·1 minuto per la lettura
Logo di Ing presso gli uffici di Bruxelles

AMSTERDAM (Reuters) - Ing, la più grande banca olandese, ha battuto le aspettative del quarto trimestre con un utile ante imposte di 1,05 miliardi di euro, aiutata da minori accantonamenti su crediti e da un boom degli investimenti retail.

Superando i 649 milioni di euro stimati dagli analisti, secondo i dati Refinitiv, l'istituto di credito è rimasto comunque ben al di sotto dell'utile di 1,34 miliardi di euro registrato un anno prima.

Gli accantonamenti per perdite su crediti sono diminuiti del 51%, a 208 milioni, rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, quando Ing si è vista costretta a cancellare diversi prestiti a grandi aziende.

Secondo il Ceo Stephen van Rijswijk, la banca sta effettuando sufficienti accantonamenti, sebbene inferiori a quelli di alcune rivali, e nonostante il tono generalmente negativo da parte della Banca centrale europea.

Van Rijswijk ha aggiunto che Ing ha stanziato ingenti accantonamenti nei due trimestri precedenti e che a un certo punto le economie si risolleveranno dalla crisi, aiutando alcuni clienti in difficoltà a riprendersi.

"D'altra parte, rimaniamo cauti perché dobbiamo ancora vedere l'esito della crisi che potrebbe arrivare quando avranno fine tutte le misure (di sostegno da parte del governo)", ha detto Van Rijswijk ai giornalisti.

Le commissioni sono aumentate del 4,9%, a 771 milioni di euro, ma questo è stato compensato dal margine di interesse in calo del 7%, a 3,34 miliardi di euro.

((Tradotto da Redazione Danzica, in redazione a Milano/Roma Xxxxx, alice.schillaci@thomsonreuters.com, +48587696614))